/ Viabilità e trasporti

Che tempo fa

Cerca nel web

Viabilità e trasporti | 16 gennaio 2020, 13:10

Autostrade nella bufera, Quaglia: "Atlantia non è solo Benetton, ma anche tanti investitori privati"

Il presidente della Fondazione CRT, che detiene il 4,85% del Gruppo: "Ci sono migliaia di investitori privati da tutelare, noi usiamo gli utili per il bene del territorio. Paghi chi ha sbagliato, ma si trovi soluzione condivisa. Pronti a rivolgerci anche all'Europa"

Autostrade nella bufera, Quaglia: "Atlantia non è solo Benetton, ma anche tanti investitori privati"

"Atlantia non è soltanto Benetton, ma anche migliaia di investitori privati che vanno tutelati". Così Giovanni Quaglia sulle attuali polemiche interne al governo per il destino delle concessioni autostradali dopo i fatti del Ponte Morandi e gli episodi successivi. Proprio di Atlantia, Fondazione CRT detiene il 4,85% "e con quegli utili facciamo del bene al territorio. Invertire la rotta creerebbe anche a realtà come la nostra".

E aggiunge, "paghi chi ha sbagliato, ma bisogna garantire accordi e leggi. Noi siamo pronti a fare sentire le nostre preoccupazioni anche in Europa, ma mi pare che nel governo alcune realtà significative si stiano rendendo sempre più conto che non è una partita contro qualcosa o qualcuno. La situazione va gestita in maniera positiva per migliorare la situazione delle infrastrutture senza creare danni al bilancio dello Stato". "Di certo si può fare qualcosa, magari aumentando il controllo pubblico oppure affidandosi a un advisor di primissimo piano".

Massimiliano Sciullo

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium