/ Chivasso

Chivasso | 28 novembre 2019, 15:53

Fallimento Asa, i Comuni dell'alto Canavese non dovranno pagare

La Corte d’Appello di Torino ha rigettato le richieste risarcitorie formulate dal consorzio, nei confronti di quelle Amministrazioni (che erano tra i soci) che erano state condannate in prima istanza a ripianare 37 milioni di euro

Fallimento Asa, i Comuni dell'alto Canavese non dovranno pagare

La Corte d’Appello di Torino ha rigettato le richieste risarcitorie formulate dal consorzio Asa in amministrazione straordinaria nei confronti dei Comuni soci dell’alto Canavese e ha confermato nullo il lodo arbitrale.

Le amministrazioni della zona, quindi, non dovranno ripianare i debiti che hanno affossato il consorzio pubblico che, fino a qualche anno fa, si è occupato di raccolta rifiuti, acquedotto e opere stradali in 51 Comuni del Canavese. In prima battuta le amministrazioni erano state condannate a ripianare 37 milioni di euro.

I diversi ricorsi presentati dai sindaci hanno prima sgravato i Comuni dai debiti successivi al 2010 e, con l’ultima sentenza, anche da quelli relativi al biennio precedente. Il consorzio Asa era finito in amministrazione straordinaria a fronte di un passivo di quasi 70 milioni di euro.

m.d.m.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium