/ Videogallery

Che tempo fa

Cerca nel web

Videogallery | 15 ottobre 2019, 13:44

In Piemonte 30 milioni di fondi europei per elettrico e per ridurre impatto ambientale delle aziende

Cirio: "Testimonianza di come l’ambiente si sostenga coi fatti: i convegni sono importanti, ma poi bisogna agire concretamente"

In Piemonte 30 milioni di fondi europei per elettrico e per ridurre impatto ambientale delle aziende

In Piemonte potrebbero arrivare 30 milioni di euro di fondi europei a sostegno dell’elettrico e per diminuire l’impatto ambientale delle aziende. Ad annunciarlo il Presidente della Regione Alberto Cirio, durante il Consiglio Regionale dedicato al clima.

La scorsa settimana il governatore si è recato a Bruxelles per insediarsi come rappresentante italiano nel Comitato europeo delle Regioni, ma anche per ricontrattare la programmazione dei fondi europei che il Piemonte non ha ancora speso e rischia di dover restituire.

Al momento – ha spiegato Cirio – abbiamo chiesto la rimodulazione di 60 milioni di euro: 20 milioni per incentivare l’uso di mezzi elettrici tramite l’installazione di paline e 10 per aiutare le aziende a ridurre il loro impatto ambientale”. “Questa è la testimonianza – ha continuato – di come l’ambiente si sostenga coi fatti: i convegni sono importanti, ma poi bisogna agire concretamente”. “Il nostro approccio -ha continuato Cirio - non vuole essere ideologico, né avere preconcetti nel giudizio: vogliamo agire con buonsenso, che vuol dire non punire ma aiutare, non vietare ma incentivare”.

 

In aula inoltre Cirio ha ricordato come l’ambiente sia importante non solo dal punto di vista della tutela, ma anche come opportunità di costruire economia per il futuro. “Non vogliamo salvaguardare la coreografia N– ha spiegato il Presidente – ma anche farlo diventare un’occasione di sviluppo, in una regione come la nostra dove agroalimentare e turismo sono leve importante per l’economia”.

XX

Cinzia Gatti

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium