/ Cronaca

Che tempo fa

Cerca nel web

Accadeva un anno fa

Cronaca | 29 luglio 2019, 21:05

Temperature elevate in ospedale: continua il botta e risposta tra Asl e Nursind

Il caso sta diventando un caso mediatico

L'ospedale di Ivrea

L'ospedale di Ivrea

Continua a far parlare la questione della contestazione disciplinare che l'Asl ha inviato a Giuseppe Summa, infermiere a Ivrea e sindacalista di Nursind, per aver denunciato alla stampa locale e non ai superiori le temperature troppo elevate in diversi reparti.

Alle sue dichiarazioni ha deciso di rispondere il direttore generale dell'Asl To 4, Lorenzo Ardissone. Sostiene che è stata seguita una prassi e non c'è stata nessuna volontà di tappare la bocca al sindacato. 

"Un fatto comune nella vita delle organizzazioni - ha detto - sta assumendo un livello di spettacolarizzazione mai visto ivi compresa anche una raccolta firme on line. Negli anni non è certo l’unico caso di avvio di procedimento analogo nei confronti di personale a qualsivoglia profilo professionale appartenente quindi anche al profilo di infermiere e mai, dico mai, il semplice avvio di un procedimento disciplinare in contradditotrio e con tutte le tutele di legge per il  dipendente aveva mai assunto una visibilità come in questo caso". Ardissone tiene a precisare che "all' Asl To 4 non sono stati, non sono, e non saranno mai avviati procedimenti disciplinari legati al diritto di critica sindacale, in qualunque modo esso si esprima, sono stati, sono e saranno avviati procedimenti disciplinari legati esclusivamente all’accertamento in contraddittorio di eventuali violazioni di responsabilità legate ai contenuti dei doveri propri del profilo professionale di appartenenza, ogni procedimento si avvia e si conclude nel pieno rispetto delle norme a tutela dei dipendenti".

Dall'altro lato, Nursind ha avviato una raccolta firme sulla piattaforma Change.org e non credono alla buona fede dell'Asl, nè, tantomeno, al suo direttore.

"Il dottor Ardissone non è credibile - replica il sindacato - perché interpellato dalla stampa dichiara di essere ignaro del provvedimento e di non occuparsene, mentre dalla contestazione recapitata al nostro segretario provinciale, Giuseppe Summa, si evince chiaramente che la segnalazione parte da una sua comunicazione. 'Il Direttore generale mi ha comunicato' è l’inizio della missiva a firma del direttore della medicina di Ivrea. Ardissone non è credibile perché a seguito di una richiesta formale del nostro rappresentante di accesso agli atti, per poter visionare la comunicazione inviata al Direttore della medicina di Ivrea, quest’ultimo rispondeva formalmente che trattasi di comunicazione privata...".

Infine conclude: "Forse non è una coincidenza o un caso che tale provvedimento arrivi dopo una settimana nella quale il NurSind aveva denunciato e criticato aspramente la gestione della direzione generale. Il provvedimento sta assumendo visibilità e un grado di spettacolarizzazione perché lo spettacolo lo sta dando Ardissone con le sue azioni".

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium