/ Economia e lavoro

Che tempo fa

Cerca nel web

Accadeva un anno fa

Economia e lavoro | 29 giugno 2019, 13:00

"Idee in sviluppo”, qual è il punto di partenza? Quando, dove e come depositare un brevetto senza sprecare tempo e denaro

Hai avuto un’idea e vuoi proteggerla? La prima cosa da fare è non brevettare! Con espressione perplessa, ti starai chiedendo il perchè… ed ecco la risposta. Brevettare un’idea senza aver precedentemente analizzato attentamente il contesto di riferimento per comprendere se possa avere mercato, equivale al brevettare il “nulla”, avrai sprecato soldi e tempo.

"Idee in sviluppo”, qual è il punto di partenza? Quando, dove e come depositare un brevetto senza sprecare tempo e denaro

In primo passo, è non “innamorarsi” delle idee dando per scontato che, se risolvono un nostro problema, automaticamente risolvono il problema del resto dell’umanità o della categoria di persone a cui appartenete (casalinghe, falegnami, sportivi, agricoltori ecc), il secondo invece, il più importante è quello di rendersi conto che un brevetto senza mercato non serve a nulla pertanto, la prima azione operativa da compiere è quella di analizzare quante persone al mondo hanno il tuo stesso problema, a questo punto, dovrà seguire un’analisi attenta della concorrenza per verificare se nessuno prima di te ha pensato alla stessa soluzione. Quell’ora il responso fosse positivo, potrai procedere con il deposito brevettuale, consapevole che stai proteggendo un “trovato” che potenzialmente potrà avere successo sul mercato.

Dopo aver depositato la domanda, riceverai a distanza di alcuni mesi un report di anteriorità il quale conterrà tutte le obiezioni relative all’esistenza di prodotti già brevettati o/e vicini alla tua idea, questo ti permetterà di comprendere se il tuo “trovato” con eventuali ed opportune modifiche può superare le obiezioni evidenziate dall’esaminatore (a livello mondiale).

Come e dove depositare una domanda di brevetto?

Per depositare la domanda, è possibile procedere in modo autonomo, online direttamente sul sito dell’ UIBM (Ufficio Italiano Brevetti e Marchi) o in forma cartacea presso le Camere di Commercio; al fine d illustrare con estrema precisione gli aspetti innovativi sui quali si chiede di ottenere la tutela, è consigliabile affidarsi ad un consulente in proprietà intellettuale.

Quali elementi includere nella domanda per la protezione brevettuale?

Per essere completa, la domanda deve comprendere:

Descrizione dettagliata dell’invenzione

Disegni precisi del progetto innovativo con numerazione per indicare le varie parti degli oggetti raffigurati (devono essere ripresi anche nella descrizione)

Le rivendicazioni che tutelano il “trovato”

Indicare la titolarità dell’inventore (chi è il titolare) ed un riassunto contenente le motivazioni dell’idea e una breve descrizione tecnica

Il tutto va tradotto anche in lingua inglese

Nei prossimi articoli, illustreremo come sviluppare operativamente la tua idea, quali supporti puoi trovare sul mercato e forniremo ulteriori informazioni sul mondo della proprietà intellettuale.

Novain S.r.l è in grado di supportare l’intero processo delle vostre “Idee In Sviluppo” dall’analisi di mercato alla prototipazione al deposito della domanda di brevetto fino alla commercializzazione, per info inviare una mail a info@novain.eu o vi sitare il sito www.novain.eu 

Informazione pubblicitaria

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium