/ Cultura

Che tempo fa

Cerca nel web

Cultura | 04 aprile 2019, 08:31

Al “Caffè Firenze” espongono Chiara Piccolo, Chiara Matera e Gaia Labartino

Al “Caffè Firenze” espongono Chiara Piccolo, Chiara Matera e Gaia Labartino

Nuova mostra, nuove artiste pronte ad esporre. La location è sempre il “Caffè Firenze” di via del Collegio 12/c, che conferma nuovamente il sodalizio artistico con l’ associazione “Prisma Laboratorio Artistico” di cui le tre ragazze fanno parte, in quanto socie ed insegnanti dei corsi di disegno per bambini e ragazzi.

Anche stavolta si tratta di tre ragazze giovanissime: Chiara Matera, Chiara Piccolo e Gaia Labartino. Sabato 6 aprile, alle ore 18.45, inaugureranno la loro mostra che resterà aperta fino al 14 maggio. Le opere saranno visionabili durante l’orario di apertura del locale.

Conosciamo meglio le protagoniste dell’evento attraverso le loro stesse parole.

Mi chiamo Chiara, ho 16 anno e frequento il terzo anno del Liceo Artistico ‘Piero Martinetti’ di Caluso - racconta Chiara Matera. Ho scelto di iscrivermi a questa scuola perché fin da bambina ho sempre avuto la passione per il disegno e, di conseguenza, frequentare un istituto dove la materia principale è l’arte ha reso reale il mio sogno. La tecnica che preferisco è quella della pittura ad olio e uno dei miei artisti preferiti, e che meglio ha interpretato questa tipologia di pittura, secondo me ai massimi livelli, è Vincent Van Gogh. Da un po’ di mesi collaboro come insegnante con l’ associazione Prisma e insegno ai bimbi a disegnare e a perfezionarsi. Sono felice di farlo perché così posso trasmettere gli insegnamenti ricevuti ai più piccoli… loro ‘assorbono’ tutto con grande entusiasmo. Oltretutto questi corsi mi fanno ricordare piacevolmente il periodo in cui io stessa ero allieva e vedevo gli insegnanti che mi aiutavano come un qualcosa di irraggiugibile”.

Queste, invece, le parole di Chiara Piccolo… ”Ho 24 anni e sin da bimba ho avuto svariati hobbies come pallavolo, nuoto, pianoforte e chitarra, ma l'arte li ha superati tutti di gran lunga - spiega. Questo anche grazie a mio padre che, nel tempo libero, faceva schizzi naturalistici che io mi divertivo a colorare, cercavo di riprodurli e tentavo di farli ancora più belli. Lo stesso con mia sorella che, di tanto in tanto, mentre studiava, disegnava omini di vario genere e io mi divertivo a ricopiarli e colorarli in varie maniere, usando anche tecniche diverse - aggiunge. Nel corso degli anni questa passione è cresciuta con me fino a portarmi a scegliere il Liceo Artistico ‘Martinetti’, dove mi sono diplomata. Il mio interesse, oltre che per l'arte, per la filosofia mi ha portato a interessarmi maggiormente a tutti i dipinti e agli artisti che potevano avere anche una ‘visione più filosofica’. Per mantenere viva questa passione per l'arte e per stare a contatto con i bambini, che adoro, ho scelto anche quest’anno di insegnare disegno ai bambini che frequentano i corsi di ‘Prisma’. Ci tengo a ringraziare Alessandra e Stella, le responsabili dell’ associazione, che mi danno la possibilità di farlo... per me è un onore insegnare a questi piccoli artisti in erba” conclude.


Ho 16 anni e sono al terzo anno di Liceo Artistico, frequento il ‘Piero Martinetti’ di Caluso - queste le parole introduttive di Gaia Labartino. Ho scelto questa scuola perché il mondo dell’ arte è una mia grande passione e mi piacerebbe farlo diventare il mio lavoro effettivo, un giorno. Fin da piccola mi è sempre piaciuto disegnare, modellare e dipingere. Spesso disegnavo con mia mamma e, a volte, con le tempere, tentavo di imitare i quadri di mio nonno. Mi piacciono un sacco matita ed acquerello e adoro fare ritratti e disegnare animali. Disegnare è rilassante, un’ attività liberatoria che mi riempie di soddisfazioni. I miei artisti preferiti sono Klimt, Van Gogh e Kandinsky”.


Ora non resta che fare un salto a vedere le opere di queste giovani artiste.

c.s.

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium