/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | 22 gennaio 2019, 09:48

La Mandria di Chivasso da oggi è cardioprotetta

Una storia semplice a pochi passi da Chivasso, in una comunità di circa 150 persone che quasi nessuno conosce, ma che  vogliamo raccontarvi

La Mandria di Chivasso da oggi è cardioprotetta

Nell'ottobre scorso la Sig. Manuela Livoni si presenta alla Mandria di Chivasso raccontando che in occasione del suo compleanno vorrebbe chiedere ai propri amici di farle un regalo un pò particolare, una donazione per l'acquisto di un defibrillatore da collocare proprio alla Mandria.

Manuela è rimasta colpita dalla scomparsa del nonno dei suoi figli, Gerardo D'Angelo, colpito quasi 2 anni fa da un arresto cardiaco, in strada, a Chivasso, che purtroppo non ha avuto la fortuna di essere soccorso in tempo.
Dopo di allora, nel giugno scorso, ha conosciuto i residenti e i volontari di Mandria in occasione della Stramandriamo e da loro si è subito trovata a casa (da quanto dice su fb) al punto di raccontargli il proprio desiderio e provare a realizzarlo insieme.
I Mandriani hanno immediatamente accolto l'iniziativa e l'hanno supportata fin da subito con grande entusiasmo.

Il salone delle Lunette di "Tenuta La Mandria", location privata per eventi, viene così offerto gratuitamente dai proprietari a Manuela per tenerci la festa di compleanno e raccogliere così le offerte dei suoi amici e dei Mandriani.
Successivamente una cassetta per raccogliere le donazioni viene posizionata al Bar Gorgoglione i cui gestori, in una delle domeniche successive, decidono di devolvere alla causa tutti i proventi dei caffè somministrati nella giornata. In questo modo si riescono a raccogliere €. 1276,00, ma non bastano.
E allora, come promesso a Manuela fin da subito, l’Associazione socio culturale Pro-Mandria si fa carico di contribuire con fondi propri al raggiungimento della cifra di acquisto per ulteriori €. 643,00 necessari per raggiungere la quota di acquisto del defibrillatore e relativa teca riscaldata.

I gestori del Bar propongono di fornire il punto di allaccio in corrispondenza del porticato antistante la loro attività al civico 8 e l'elettricista Flavio Felloni si offre di installare l'apparecchio alla regola dell'arte.

Dalla festa di compleanno di Manuela al posizionamento del defibrillatore sono passati meno di 3 mesi, ora Mandria è cardio protetta davvero! Il defibrillatore è a disposizione di tutti, acquistato con donazioni volontarie e senza stanziamento di nemmeno un euro derivante da fondi pubblici.

Purtroppo, nel caso in cui si venga colpiti da attacco cardiaco nelle nostre frazioni, che distano diversi minuti dall'ospedale,  i minuti che seguono il malore sono determinanti e quasi sempre, in assenza di un defibrillatore, spesso ci troviamo poi costretti a raccontare di disgrazie che colpiscono i nostri cari.

Ma il defibrillatore da solo non è in grado di fare nulla, servono le persone che sappiano cosa fare in caso di necessità e come utilizzarlo. E allora? Niente di impossibile, l'associazione Pro Mandria ha organizzato Venerdì 30 novembre e Sabato 1 dicembre, un apposito corso riconosciuto in tutta Italia e autorizzato da Regione Piemonte tenuto da Re-Heart. Da allora, tra Mandria (circa 150 residenti) e dintorni, ci sono 47 nuovi operatori qualificati all'uso del defibrillatore e massaggio cardiaco-disostruzione.

Le belle notizie non mancano mai alla Mandria di Chivasso, seguiteci anche su Facebook all’indirizzo: https://www.facebook.com/ProMandria/

Informazione pubblicitaria

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium