/ Cultura

In Breve

mercoledì 23 gennaio
domenica 20 gennaio
giovedì 17 gennaio
mercoledì 16 gennaio
mercoledì 09 gennaio
venerdì 04 gennaio
lunedì 31 dicembre
giovedì 20 dicembre
martedì 18 dicembre

Che tempo fa

Cerca nel web

Cultura | venerdì 11 gennaio 2019, 10:37

Prima mostra del 2019 al Caffè Firenze

Le opere di Asia e Nicole, giovani pittrici di Prisma

Prima mostra del 2019 al Caffè Firenze

Sabato 19 gennaio, alle 18.45, si inaugura una nuova mostra al “Caffè Firenze”, la prima del 2019. Anche questo nuovo evento nasce dalla collaborazione fra Massimo Giuliano e Carla Scalise, proprietari del locale, e l’associazione “Prisma Laboratorio Artistico”. Ad esporre due giovanissime artiste, entrambe studentesse al terzo anno del Liceo Artistico “Martinetti” di Caluso ed entrambe insegnanti di disegno dei bambini che frequentano i corsi di “Prisma”, Asia Spiriticchio e Nicole Randone.

“Amo l’arte, amo osservarla e tento fin da bambina di crearla – racconta Asia -. Da piccola il disegno era una passione che dovevo coltivare per superare la bravura di mia madre, ero una bimba molto competitiva, adoravo venir riempita di complimenti, e per riceverne sempre di più, o di più speciali, continuavo a disegnare sempre un sacco. Essendo la figlia maggiore nessuno mi aveva mai detto che in futuro avrei poi dovuto scegliere una scuola che facesse al caso mia e lo scoprii con il tempo tramite i miei compagni e i miei nuovi professori delle medie. Spesso e volentieri venivo sgridata per la mia distrazione o perché restavo ogni ora incollata al mio quaderno a scarabocchiare immagini che creavo sul momento. In terza media dovevamo presentarci e dire che indirizzo avremmo poi voluto intraprendere alle superiori e io scrissi che, per me, sarebbe stato un sogno frequentare il liceo artistico. Ma i miei professori del tempo guardarono i miei voti generali e scrissero sul foglio, accanto alla mia scelta, che mi consigliavano di intraprendere un percorso professionale. Ma l’arte era la mia passione, mi faceva sentire bene e così decisi che ci sarei riuscita e che avrei dimostrato a loro e soprattutto a me stessa che avevano torto, perciò mi sono iscritta al liceo artistico e da lì è iniziato un percorso di studi assolutamente fantastico, con alti e bassi, ma la mia determinazione mi ha portata ora a frequentare il terzo anno di Liceo e ad essere soddisfatta della mia scelta e della mia vita. Ho ancora tanto da imparare e sono impaziente di farlo”.

“Sin da piccola mi è sempre piaciuto disegnare – racconta Nicole, 16 anni e studentessa del Liceo ‘Piero Martinetti’ con indirizzo artistico -, passavo pomeriggi interi a dipingere, colorare e disegnare qualsiasi cosa mi venisse in mente. Verso i dieci anni ho iniziato ad appassionarmi alla moda ed è stata la mia passione predominante fino a quando ho dovuto scegliere l’indirizzo scolastico da intraprendere. Per adesso non guardo molto al futuro o a ciò che sceglierò come indirizzo specialistico, perchè al momento mi piace ogni sfaccettatura dell’arte e non saprei cosa scegliere. Attualmente le tecniche che ho imparato sono grafite, acquerello, china e poche altre. Quella che preferisco è la matita perchè riesco a far ‘vivere’ gli oggetti che rappresento. Questo perché, per me, la perfezione sta tutta nel dettaglio e con la matita riesco ad arrivare anche nella più piccola parte dell’oggetto. Il mio pittore preferito è Vincent Van Gogh e la sua opera che amo su tutte è Notte Stellata; sono innamorata della sua tecnica, dei colori e del modo in cui li ha utilizzati, inoltre mi affascina la sua vita tormentata: ad esempio, Notte Stellata l’ha realizzato proprio durante la sua permanenza in una clinica psichiatrica di Saint- Rémy-de- Provence”.

La mostra durerà fino al 26 febbraio e le opere potranno essere visionate durante gli orari di apertura del “Caffè Firenze”.



c.s.

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore