/ Cronaca

Che tempo fa

Cerca nel web

Accadeva un anno fa

Cronaca | 30 dicembre 2018, 10:20

Botti di Capodanno, la mappa dei Comuni torinesi che li hanno vietati

Un piccolo vademecum per difendere gli amici a "4 zampe"

Botti di Capodanno, la mappa dei Comuni torinesi che li hanno vietati

Torino, Cantalupa, La Loggia, Alpignano, Grugliasco, Collegno, Rivarossa, Chivasso, Mathi, Balme, Giaveno, Coazze, Condove e Pragelato. Sono questi alcuni dei comuni della provincia di Torino che hanno deciso di vietare botti e fuochi d’artificio per la notte di Capodanno 2019.

Alcuni hanno scelto la via dell’ordinanza temporanea , legata dunque ai giorni delle festività natalizia, mentre Torino ha previsto nel regolamento per la tutela ed il benessere degli animali in città l’articolo 9, che proibisce tutto l’anno di far esplodere petardi.

Un divieto che però spesso non viene rispettato, come accaduto nel Capodanno 2018 a Falchera, dove un ordigno artigianale simile a una “bomba carta” aveva ferito 4 persone e danneggiato le vetture in sosta. 

Di seguito quindi un piccolo vademecum per difendere i nostri amici a “4 zampe”, diffuso dal Comune di Torino.

Proteggere i cani e i gatti

  •  Assicurarsi che abbiano sempre un luogo di facile accesso dove ripararsi e trovar rifugio
  • Assicurarsi che siano in un ambiente protetto e sicuro da cui non possano allontanarsi
  • Portare a passeggio il cane durante le ore diurne sempre al guinzaglio:  ricordarsi infatti che un cane spaventato può cercare di scappare ed allontanarsi da voi
  • Tenere i gatti e i cani in casa nelle ore serali, quando i botti potrebbero essere più facilmente utilizzati
  •  All’imbrunire, chiudere bene le imposte delle finestre, accostare le tende e coprire e attutire il rumore dei botti con della musica
  • Non punire mai i vostri animali quando sono spaventati: un tale comportamento potrebbe peggiorare il loro stato d’animo
  • Dotate il vostro animale di microchip (obbligatorio per i cani e facoltativo per i gatti). Permette di rintracciare più facilmente il vostro  animale nel caso dovesse scappare.

Per i cani

  •  Programmare in tempo le misure atte ad aiutare i cani ad affrontare il rumore dei botti chiedendo consiglio al vostro veterinario
  • Predisporre un “rifugio” sicuro per il cane individuando una zona tranquilla della casa
  • Abituare  il proprio cane ad associare questo luogo ad uno spazio tranquillo, facendogli trovare, ad esempio, i propri giochi preferiti.  Questa abitudine insegnerà al cane che quell’area è  un luogo sicuro e piacevole dove potersi rifugiare nel caso in cui si dovesse sentire in pericolo
  • E’ importante che il cane possa accedere al proprio “rifugio”, anche in vostra assenza
  • Chiudere tutte le finestre in modo da oscurare al meglio le stanze, così da eliminare qualsiasi problema causato dai bagliori improvvisi.
  • Non lasciare il cane da solo
  • Dedicare più attenzione al vostro animale: giocate provando a coinvolgerlo, ma senza forzarlo
  • Ignorare i rumori dei botti e i bagliori causati dai fuochi, dimostrando la vostra tranquillità al cane.

Per i gatti

  • Assicurarsi che il gatto abbia almeno un luogo dove andare a ripararsi
  • Fare attenzione che il gatto non esca da casa

Per gli altri animali

  • Se il tuo animale vive all’esterno, coprire con una coperta, la gabbia o la voliera, così da proteggerlo dai bagliori dei fuochi e dai rumori forti. Lasciare una piccola fessura per far circolare l’aria
  • Mettere a disposizione luoghi protetti  dove il vostro animale possa ripararsi

Cosa fare se…

… hai un animale domestico “non convenzionale” (coniglio, cavia, furetto, criceto, pappagallo, canarino, tartaruga, camaleonte, iguana ecc. ecc.) o hai bisogno di aiutare un animale selvatico terrorizzato e/o ferito?

Rivolgiti al Centro Animali Non Convenzionali – C.A.N.C, tel. 011.6709157. Reperibilità notturna: 366.6867428

 

 

Cinzia Gatti

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium