/ Cronaca

Che tempo fa

Cerca nel web

Cronaca | mercoledì 08 agosto 2018, 09:12

Casa Pound, blitz all'ex dormitorio di via Caluso a Chivasso

Affisso anche uno striscione per protestare contro la situazione di degrado

Casa Pound, blitz all'ex dormitorio di via Caluso a Chivasso

Nella notte, militanti di CasaPound, hanno affisso uno striscione chiedendo la riqualificazione dell’ex dormitorio ferroviario di via Caluso, a due passi dalla stazione e dal centro cittadino.

L’azione è nata sotto la spinta di due sopralluoghi effettuati dai militanti chivassesi nei giorni precedenti che hanno evidenziato una situazione di degrado e di rischio per l’igiene pubblica.

Matteo Rossino, responsabile provinciale di CasaPound, su segnalazione di Domenico Giraulo, esponente cittadino del movimento, è sconcertato dopo le segnalazioni ricevute: “Abbiamo scattato foto e girato un breve video che testimoniano una situazione che è ormai fuori controllo, c’è una stanza ricolma di rifiuti di ogni genere, feci umane sparse ad ogni angolo, fornelli creati con materiale di recupero. Oltre ai rischi di igiene, portati dalle montagne di rifiuti che sono un ricettacolo per blatte e topi, c’è il serio pericolo che la struttura possa andare a fuoco e il tutto finisca in tragedia. Pretendiamo dalle autorità delle risposte e soprattutto che l’intera struttura venga sgomberata, riqualificata ed utilizzata per ospitare le famiglie chivassesi in emergenza abitativa. Continueremo a vigilare fino a quando il problema non verrà risolto".

cs

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore