/ Economia e lavoro

Che tempo fa

Cerca nel web

Economia e lavoro | venerdì 29 giugno 2018, 11:55

Assemblea della Comital di Volpiano: presenti l'assessora Pentenero e il vicesindaco metropolitano Marocco

L'obiettivo è portare massima attenzione sulla vertenza di fallimento decretata dal tribunale di Ivrea che ha rigettato la richiesta di continuità produttiva mettendo a rischio il futuro di 110 dipendenti

Assemblea della Comital di Volpiano: presenti l'assessora Pentenero e il vicesindaco metropolitano Marocco

È presente anche il vicesindaco della Città metropolitana di Torino, Marco Marocco, insieme a sindaci, istituzioni locali e parlamentari piemontesi, all'assemblea pubblica in corso nel piazzale della Comital di Volpiano convocata dalle Rsu Fiom Cgil aperta a tutta la cittadinanza con l'obiettivo di portare massima attenzione sulla vertenza di fallimento decretata dal tribunale di Ivrea che ha rigettato la richiesta di continuità produttiva mettendo a rischio il futuro di 110 dipendenti.

“È importante essere qui questa mattina - dichiara il vicesindaco metropolitano Marocco - per tenere alta l'attenzione sul caso Comital". "È gravissimo - prosegue il vicesindaco - che siano i lavoratori a pagare restando senza lavoro e senza reddito”.

“La Regione Piemonte è al fianco, come è stata in tutti questi mesi, dei lavoratori Comital che, dopo il fallimento decretato dal Tribunale di Ivrea per l’assenza di offerte d’acquisto, si trovano ora in una situazione estremamente complicata”, ha aggiunto l’assessora al Lavoro Gianna Pentenero, anche lei presente a Volpiano.

«Siamo in una situazione delicata e pesante per i lavoratori - ha detto Federico Bellono, segretario provinciale della Fiom-Cgil - anche perché in questo momento manca la copertura della cassa integrazione a seguito del fallimento. Penso che anche in presenza del fallimento una soluzione che tuteli l'occupazione si possa trovare, a partire dalle tante manifestazione di interesse che pur non formalizzandosi erano arrivate nei scorsi mesi. Prendiamo atto positivamente dell'intenzione, manifestata dal curatore, di muoversi con la massima rapidità così come è stato importante che oltre a tanti lavoratori della Comital e delle altre aziende del territorio ci fosse un'importante presenza istituzionale, dai sindaci, alla Regione, fino ai parlamentari piemontesi. Confidiamo quindi che già la prossima settimana si possa fare un aggiornamento della situazione con la Regione e il curatore».

c.s.

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore