/ Economia e lavoro

Che tempo fa

Cerca nel web

Economia e lavoro | giovedì 21 giugno 2018, 17:20

Comital, presidio davanti al tribunale di Ivrea. Fiom: "Non tutto è perduto se c'è un'offerta di acquisto o affitto"

A due giorni dalla sentenza di fallimento dell'azienda di Volpiano, una delegazione è stata ricevuta dal presidente del tribunale insieme al curatore fallimentare. Venerdì 29 giugno assemblea pubblica ai cancelli dell'azienda

Comital, presidio davanti al tribunale di Ivrea. Fiom: "Non tutto è perduto se c'è un'offerta di acquisto o affitto"

Sembrava una storia a lieto fine, dopo le lotte e i sacrifici dei lavoratori, ma due giorni fa è arrivata la doccia gelata del fallimento senza continuità azienda. I quasi 110 lavoratori della Comital di Volpiano, però, nemmeno stavolta si sono dati per vinti e questa mattina una buona parte di loro si sono ritrovati davanti al tribunale di Ivrea, proprio a due giorni dalla sentenza. A ricevere una parte di loro, il presidente del tribunale, dottor Bevilacqua, insieme al curatore fallimentare.

"Abbiamo evidenziato al presidente del Tribunale lo sconcerto dei lavoratori di fronte ad una decisione che, in assenza di continuità dell'attività aziendale, ha come conseguenza l'immediato venir meno della cassa integrazione prevista fino a novembre - ha detto Federico Bellono, segretario provinciale della Fiom-Cgil -. Ci è stato fatto presente che tale situazione può essere recuperata in presenza di una prospettiva di vendita o affitto dell'azienda, a cui il curatore intende lavorare con la massima celerità".

Dunque, non tutto è ancora perduto. Ma se ci sono carte da giocare, è necessario metterle immediatamente sul tavolo. "La situazione è molto delicata - ha aggiunto Giulia Vermena, apparato Fiom-Cgil -: i lavoratori rischiano di restare senza lavoro e senza reddito. Abbiamo davanti a noi poco tempo e serve l'impegno di tutti, a partire dalla Regione e dal Governo Per dare subito un segnale di massima attenzione a questa vertenza, insieme al Comune di Volpiano, abbiamo deciso un'assemblea pubblica ai cancelli della Comital per venerdì prossimo, 29 giugno, a partire dalle 10, aperta ai sindaci, alle istituzioni locali e ai parlamentari piemontesi". 

Massimiliano Sciullo

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore