/ Cronaca

Che tempo fa

Cerca nel web

Cronaca | 21 marzo 2018, 14:31

Crolla l'intonaco della Madonna del Rosario a Chivasso

Fortunatamente in quel momento la chiesa era vuota, la struttura dichiarata inagibile

Crolla l'intonaco della Madonna del Rosario a Chivasso

“E’ con profonda tristezza e dispiacere che vi comunico che martedì 13 marzo, nel pomeriggio, una o più tavelle con intonaco, si sono staccate dal soffitto della chiesa, precipitando a terra, nella zona dell’organo”. Con queste parole scritte sul foglietto parrocchiale, don Gianpiero Valerio, parroco di Castelrosso e del Borgo Sud Est, ha comunicato ai suoi parrocchiani il crollo avvenuto nella chiesa della Madonna del Rosario. Un incidente senza gravi conseguenze, per fortuna, poiché in quel momento la chiesa era vuota, tuttavia i disagi si fanno sentire, poiché il crollo ha reso inagibile l’edificio che è stato immediatamente chiuso.

Il sopralluogo è stato effettuato dai dipendenti dell’Ufficio Tecnico del Comune di Chivasso, accompagnati da un professionista incaricato dalla Diocesi di Ivrea e successivamente don Valerio ha incaricato l’ingegner Manuele Tini, dello Studio “Tini snc” di Castelrosso, di effettuare una prima perizia. E’ stato proprio il Parroco a constatare lo sgretolamento di parte dell’intonaco del solaio ed ha dato subito l’allarme.

“A seguito di accurate perizie e sopralluoghi da parte dei tecnici incaricati, la struttura è stata dichiarata inagibile, imponendo la chiusura immediata dell’intero edificio, per motivi di sicurezza – prosegue don Valerio -. Le sante messe si terranno nel salone dell’Oratorio, sotto la chiesa, mentre le celebrazioni della Settimana Santa si terranno a Castelrosso. Vi abbraccio e vi chiedo di restare uniti per superare insieme questa situazione, che ci aiuterà ad uscirne ancora più rafforzati nella Fede del Signore e in Maria, nostra Madre”.

La chiesa rimarrà chiusa fino a che non saranno terminati i lavori di messa in sicurezza che, probabilmente, interesseranno l’intera controsoffittatura.

Annarita Scalvenzo

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium