/ Cronaca

Che tempo fa

Cerca nel web

Cronaca | domenica 11 marzo 2018, 13:51

Verolengo, sfiorata l'ennesima tragedia

Ponte Sant'Anna troppo stretto per il passaggio di due mezzi pesanti

Sul Ponte Sant’Anna poteva essere l’ennesima tragedia e soltanto il caso ha voluto che il bilancio dell’incidente di venerdì 9 marzo sia stato abbastanza leggero. Posto sulla Statale 31 bis, fra Crescentino e frazione Borgo Revel di Verolengo, il Ponte Saant’Anna è tristemente famoso per essere stato teatro, negli anni, di numerosi incidenti mortali. E’ ancora vivo il ricordo di quando, nel 2012, in un terribile pomeriggio di pioggia, un’intera famiglia perse la vita. E nonostante i ripetuti incidenti e le continue segnalazioni, sono almeno vent’anni che si dice siano “in procinto di partire” i lavori per l’allargamento della carreggiata del Ponte, troppo stretta per consentire il passaggio contemporaneo di due mezzi pesanti. In prossimità del Ponte Sant’Anna, la Statale 31 bis mette in comunicazione le province di Torino e Vercelli, un’arteria importantissima per tutto il traffico diretto verso il Casalese, un traffico fatto soprattutto di camion che, in arrivo dall’interporto di Torino e dall’autostrada Torino-Milano, per raggiungere Casale e Piacenza preferiscono passare sulla Statale per risparmiare sul costo dell’autostrada.

Venerdì 9, poco prima delle 13, un tir che viaggiava in direzione Crescentino si è fermato all’ingresso del ponte, per consentire il passaggio al mezzo che procedeva sulla carreggiata opposta. Mentre era fermo è stato tamponato da due furgoni, un doblò ed un furgone che trasportava bombole di ossigeno medicale. A loro volta i due furgoni sono stati tamponati da un tir e sotto quest’ultimo è andata ad incastrarsi una Yaris. Non ci sono stati feriti gravi, anche se il conducente del secondo tir e una donna che era seduta al posto del passeggero sull’utilitaria sono stati trasportati al Cto di Torino con l’elisoccorso.

Disagi pesanti, invece, per la circolazione che è stata interrotta per diverse ore, così come è stata chiusa fino alle 15 circa la circolazione sulla linea ferroviaria Chivasso-Casale, che corre a lato della strada. Sul luogo dell’incidente sono intervenuti i Vigili del Fuoco di Chivasso e di Torino, la Polizia Stradale di Chivasso che ha effettuato i rilievi e la Polizia Municipale di Verolengo. Lo stop alla circolazione dei mezzi è stato deciso poiché uno dei due furgoni coinvolti nel tamponamento a catena stava trasportando una ventina di bombole di ossigeno liquido medicale e si temeva un’esplosione. Con l’intervento dei Vigili ed il personale specializzato della ditta, le bombole sono state messe in sicurezza e trasferite su un altro mezzo.

Annarita Scalvenzo

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore